Bonus casa 2022

FCL 1959

FCL 1959

Se vuoi puoi condividere questo articolo

Progetti di Ristrutturazione Opere murarie

Come auspicato, anche per il 2022 i Bonus per la casa sono stati confermati quasi nella loro interezza. La legge di Bilancio 2022 ha operato solo piccole variazioni rispetto alla precedente normativa. Per questo motivo il 2022 sarà ancora un ottimo anno per rinnovare la propria casa, ottenendo dei risparmi significativi. Infatti i rimborsi delle spese sostenute per migliorare la propria casa saranno ancora sensibili. Ricordiamo ai nostri lettori che queste agevolazioni sono finalizzate principalmente a migliorare l’efficienza energetica delle nostre abitazioni. L’impatto, per esempio, del riscaldamento sul clima in generale può essere mitigato anche con nostri piccoli interventi. Il cambio di vecchi serramenti garantisce un risparmio energetico significativo, mantenendo il calore all’interno dell’abitazione. Oppure un cappotto termico su condomini datati. Insomma i Bonus per la casa sono finalizzati a obiettivi molto concreti a cui tende tutta la Comunità Europea, non sono elargizioni a uno specifico settore merceologico.

Superbonus

Il Superbonus 110% è, tra i Bonus per la casa, il più significativo e complesso. Ricordiamo che questa agevolazione permette di avere una detrazione su alcuni interventi specifici relativi al risparmio energetico. Si tratta dell’installazione del cappotto termico, che copra almeno il 25% dell’edificio, della coibentazione del tetto o della sostituzione di impianti di condizionamento invernale con impianti a pompa di calore, molto più efficienti. Interventi che comunque devono sempre rispettare il salto energetico di due classi, requisito fondamentale per accedere alla detrazione del 110% o allo sconto in fattura.

Quali specifiche

Il Superbonus è stato prorogato nella misura del 110% per lavori e spese sostenute fino al Dicembre 2023, scendendo al 70% nel 2024 e al 65% nel 2025. Questo per i condòmini o per un unico proprietario (o comproprietario) di un intero edificio composto da due a quattro unità immobiliari); per quanto riguarda le villette unifamiliari vi è una grossa novità. Infatti solo per il 2022 è stato esteso il Superbonus senza vincoli legati all’ISEE: Unica condizione che il 30% dei lavori sia effettuato e pagato entro il 30 Giugno 2022.


Quali lavori “trainati”

Tuttavia va ricordato che i lavori rientranti nel Superbonus definiti “trainanti” possono “trainare” all’interno della stessa agevolazione alcuni interventi quali:
Sostituzione di serramenti ed infissi
Schermature solari
Installazione di caldaie a biomassa
Installazione di caldaie a condensazione di classe A
Lavori di riqualificazione globale dell’edificio, che rispettino i requisiti specifici descritti sul sito ENEA.
Installazione di impianti fotovoltaici, inclusi gli accumulatori
Installazione di colonnine di ricarica per veicoli elettrici
Abbattimento di barriere architettoniche .

Per questo motivo suggeriamo di valutare con attenzione la possibilità di usufruire del Superbonus 110% che tra i Bonus per la casa è senz’altro il più vantaggioso. Non è di facile comprensione, ma noi di FCL possiamo fornire la giusta consulenza per verificare se vi sono i requisiti necessari.

Bonus Ristrutturazione

Anche il Bonus Ristrutturazioni è stato rinnovato fino al 2024. Consiste in una detrazione dall’Irpef del 50% delle spese sostenute, fino a 96 mila euro per unità immobiliare. I Lavori ammissibili sono numerosi, tuttavia possiamo semplificare dicendo che riguarda interventi di manutenzione ordinaria, straordinaria, restauro, ristrutturazione edilizia effettuati su tutte le parti comuni degli edifici residenziali o sulle singole unità immobiliari di qualsiasi categoria catastale. Oppure a interventi relativi all’adozione di misure finalizzate a prevenire il rischio del compimento di atti illeciti da parte di terzi (cancelli, grate, porte blindate, casseforti, fotocamere collegate a vigilanza privata, ecc..).

…e le porte interne?

Anche la sostituzione delle porte interne può usufruire del Bonus ristrutturazione 2022; non solo per i condomini, ma anche per gli edifici singoli. Questa spesa può rientrare in un intervento più articolato di manutenzione straordinaria. In parole semplici, la spesa sostenuta per sostituire le porte interne è detraibile se si tratta di un lavoro di finitura utile per completare i restanti interventi.
Quindi nel caso di manutenzione straordinaria o ristrutturazione su un edificio singolo, la detrazione del 50 per cento può essere calcolata anche per le spese di sostituzione di porte interne (normalmente rientranti nella manutenzione ordinaria), se necessarie per completare il lavoro effettuato nel suo insieme.
Comunque anche in questo caso la nostra consulenza può indirizzarvi a valutare i requisiti necessari per sfruttare al meglio questo Bonus per la casa.

Ecobonus

L’Ecobonus, cioè tutte quelle attività finalizzate al risparmio energetico, è stato prorogato fino al 2024. Per quanto riguarda i lavori che più ci riguardano da vicino, vedi sostituzione infissi, nulla è cambiato. Questi interventi sono riconosciuti all’interno della cosiddetta “Edilizia Libera” per cui non necessitano di ulteriori aggravi amministrativi. Infatti anche la cessione del credito o lo sconto in fattura saranno possibili senza l’asseverazione di un terzo, ma con la semplice Dichiarazione del Serramentista. Asseverazione che sarà necessaria per altri interventi, vedi ristrutturazioni, per importi superiori ai 10 mila euro.

Bonus Facciate

Il Bonus Facciate è stato tra i più apprezzati negli ultimi periodi. Tuttavia pur se soddisfatti che la manovra lo abbia prorogato, va detto che per il 2022 l’aliquota di detrazione scende dal 90% al 60%. Sembra che la copertura di questi costi sarebbe stata problematica.

Sconto in Fattura


Dopo un primo spavento, a seguito di una cancellazione nella bozza della Legge di Bilancio, lo sconto in fattura e la cessione del credito sono stati confermati. Gli unici due bonus che non potranno essere usati con le alternative alla detrazione sono l’agevolazione per i mobili e quella per i giardini. Va sottolineato che ad esclusione degli interventi di edilizia libera, quali la sostituzione degli infissi, esiste un obbligo. Questo obbligo introdotto dal decreto Antifrode, prevede il visto di conformità e asseverazione della congruità del prezzo, per importi superiori ai 10 mila euro.

FCL

Con questo nostro articolo abbiamo voluto ripercorrere la situazione dei Bonus per la casa relativa al 2022. Dovremmo avere una visione completa, ma essendo al 13 gennaio, teniamo monitorata la situazione per verificare che non vi siano precisazioni o interpretazioni differenti. Abbiamo esaminato i Bonus più comuni e utilizzati, inerenti alle nostre attività.
Comunque rilanciamo l’invito a consultarci per avere chiarimenti ai vostri dubbi. L’argomento non è di semplice comprensione. FCL Serramenti è a Verano Brianza, in Via Nazario Sauro, 34. Per appuntamento telefonate al numero 0362/903903. Vi aspettiamo.

Leggi gli altri articoli

Lasciati ispirare

Progetti di ristrutturazione

Costi ristrutturazione casa

Questo articolo lo iniziamo con una domanda secca, quali possono essere i costi ristrutturazione casa? In questi ultimi tempi, passati spesso tra le nostre quattro

Read More »